SASSARI. Falegnameria Bussu – Articolo Pubblicato sul quotidiano La Nuova Sardegna

L’opera degli artigiani sardi è accanto all’altare del Bernini. Verrà utilizzata domenica 4 per il sinodo e a dicembre per il Giubileodi Nadia Cossu

SASSARI. I lavori sono cominciati di buon mattino nella basilica di San Pietro. I Tir partiti martedì da Sassari hanno raggiunto Roma con un carico decisamente di prestigio: il palco di legno che domenica prossima ospiterà il sinodo dei vescovi. La stessa struttura per il Giubileo di dicembre verrà spostata nella cappella Sistina.bussu_arredamenti_roma A realizzare l’opera destinata a rimanere un arredo fisso del Vaticano sono stati i bravissimi artigiani della falegnameria Bussu di Predda Niedda. Anni di esperienza e grande professionalità hanno permesso loro di farsi conoscere anche in ambienti lontani dalla Sardegna. Le abili mani dello staff di Salvatore Bussu hanno cominciato i lavori il primo settembre e in poco meno di un mese, dedicandosi alla realizzazione del palco senza sosta, sono riusciti a rispettare i termini della consegna. L’ingresso nella basilica di San Pietro ieri mattina è stato emozionante, sono stati rispettati ovviamente precisi protocolli e per consentire il montaggio (eseguito dalla Imprelog di Sassari) la chiesa è rimasta chiusa per diverse ore. Bussu era stato contattato dall’amministrazione della cappella Sistina a luglio, al titolare dell’azienda sassarese era stato presentato un progetto da realizzare per un’occasione certamente speciale. Un palco a semicerchio, con le panche rivestite di tessuto rosso da utilizzare per il sinodo e che in altre occasioni ospiterà – tra l’altro – il coro della cappella Sistina. Che si esibirà anche in occasione della messa solenne del Giubileo di dicembre. Un grande orgoglio per la famiglia Bussu e per i quindici artigiani dell’impresa di Predda Niedda. Ma un orgoglio anche per Sassari che può vantare un’eccellenza di questo tipo. Oltretutto Salvatore Bussu ha voluto coinvolgere anche altri piccoli imprenditori locali che hanno contribuito a metter su il pregiatissimo palco. Realizzato in noce nazionale, starà accanto all’altare del Bernini, al centro della basilica. E a quale collocazione migliore avrebbe mai potuto ambire?